Tutto quello che vuoi sapere lo trovi qui!

Tutto quello che vuoi sapere lo trovi qui!

Muffe

Problemi di condensa? Muffe sui muri?
Stanco di tinteggiare la casa ogni anno?
Scegli Ratti, soluzioni certificate, garantite e definitive.

Le muffe appartengono al regno dei funghi e svolgono nell’ecosistema un ruolo importante che è quello della decomposizione e riciclaggio delle materie organiche. In origine le muffe sono talmente piccole da essere visibili solo al microscopio; da una cellula di origine così piccola, per successiva divisione, si ottiene a poco a poco quel feltro colorato che caratterizza l’aspetto più noto di una muffa. Durante la crescita vengono le spore, che principalmente si disperdono nell’aria e costituiscono la parte finale del ciclo riproduttivo delle muffe. Le muffe possono crescere sia all’interno che all’esterno delle abitazioni.

La proliferazione delle muffe è favorita da:

  • temperatura superiore ai 15°;
  • presenza di acqua, derivante da condensa;
  • ponti termici non corretti (pilastri – solette – balconi);
  • assenza o scarsità di raggi ultravioletti;
  • scarsa areazione dei locali.

Le condizioni di sviluppo delle muffe sono determinate dall’umidità dell’ambiente e dalla temperatura. La temperatura ottimale per la crescita è tra i 18-32°C e l’umidità relativa deve essere almeno del 60%.

Quando si parla di muffe non bisogna subito pensare a danni causati da infiltrazioni d’acqua provenienti da rotture delle tubazioni oppure da infiltrazioni d’acqua piovana perché in realtà non sempre è così in quanto nelle nostre abitazioni la muffa superficiale che possiamo ritrovare sui muri,specialmente negli angoli, è dovuta principalmente ad una mancanza di coibentazione in prossimità dei ponti termici.

muffa

Le muffe sono quindi anche e soprattutto causate da condense superficiali che si verificano con continuità negli ambienti in cui, nei punti critici, gli elementi strutturali raggiungono in superficie temperature inferiori a quelle di saturazione, al di sotto delle quali si genera condensa, in presenza di determinati livelli di umidità e della mancanza di idonei accorgimenti costruttivi.

Una delle cause fondamentali della proliferazione di muffe è da imputare alla semplice attività umana che si svolge all’interno degli ambienti (respirazione, traspirazione, ecc.) legata alla scarsa aerazione degli stessi e poi al riscaldamento degli alloggi mediante impianti termici.

Unendo i due fattori sopra descritti, si può evincere come la presenza continua di aria calda e umida a contatto con i ponti termici strutturali, crei condensa che si manifesta visivamente mediante la formazione di macchie di umidità e muffe nei punti di maggiore criticità.

La soluzione che la ditta Ratti propone ai suoi clienti per prevenire queste antiestetiche e malsane macchie è quella di optare per un insufflaggio in fibra di cellulosa nelle pareti e per una coibentazione delle solette a contatto con ambienti non riscaldati (cantine, sottotetti, ecc.).

Se invece siamo in presenza di una muratura senza intercapedine, con muratura portante piena ove non si può procedere all’insufflaggio, si può intervenire mediante l’esecuzione di un “sistema a cappotto” esterno o anche interno utilizzando isolanti nanotecnologici in grado di coibentare in spessori ridottissimi come comuni isolanti di medio spessore.

Isolanti Nanotecnologici = 10mm – Isolanti Comuni = 80-100mm

In abbinamento alla coibentazione delle pareti, sempre fondamentale per attenuare le dispersioni e quindi anche le condense, la ditta Ratti è lieta di proporvi durante il sopralluogo un pacchetto certificato e garantito contro l’eliminazione delle muffe che vi trasformerà il problema solo in un lontano ricordo.